KTXforum
Vuoi reagire a questo messaggio? Crea un account in pochi clic o accedi per continuare.

Recensione skate 2

Andare in basso

Recensione skate 2 Empty Recensione skate 2

Messaggio Da L ; u c ? il Gio Giu 04, 2009 12:57 pm

Recensione skate 2 Fld_games_cover_465

Grafica: 8.1
Sonoro: 9
Innovazione: 8.2
Longevità: 8.3
Giocabilità: 7.7
Modalità Online: 8.2

Tutto ebbe inizio nei primi anni '50, quando dei surfisti per ammazzare la noia montarono delle ruote su una piccola asse di legno. Da allora le cose sono cambiate molto: un semplice passatempo è diventato uno sport, è diventato arte, ma soprattutto uno stile di vita.

E’ sulla base di questa filosofia che la trama di Skate 2 prende forma. Questa scelta rappresenta la prima novità che il titolo si porta dietro, difatti trick e gare di stile sono seguite da una narrazione adeguata con la tipologia di gioco. A fare da sfondo alla vicenda è ancora una volta la città di San Vanelona, dove il nostro protagonista dopo aver trascorso una "piacevole" vacanza in carcere tornerà a grindare per le strade della metropoli. Il suo ritorno non sarà dei più felici, più che altro perché gli skater vengono considerati una sorta di pericolo per la comunità e pertanto vivono ai margini della società braccati dalle forze della Mongocorp. Questa istituzione, in seguito a cataclismi naturali che hanno lasciato un segno indelebile sulla planimetria della città, si è presa l’onere di ricostruire la metropoli devastata. Frutti di questa ricostruzione sono nuovi ambienti strutturalmente proibitivi per lo skate, per cui quelli che una volta erano posti perfetti per grindare, ora sono posti di blocco grazie a strumenti atti a danneggiare le tavole qualora lo sport venga praticato in aree “off limits”, per non parlare di forze dell’ordine addestrate a controllare e reprimere gli skater.

La nostra carriera sulla tavola riprenderà appena usciti del carcere e per rifarci un nome dovremo partire dal basso.
Le origini di questo sport hanno visto campioni girare video “home made” per immortalare le evoluzioni più disparate, e noi non possiamo certo esimerci dal fare lo stesso. Partecipando a innumerevoli sessioni aumenteremo la nostra fama e allo stesso tempo inizieremo ad amalgamarci con i comandi di gioco. Sessione dopo sessione procederemo tra vari eventi, in modo da tornare ad essere i re indiscussi della tavola.
La sceneggiatura in prima battuta offre uno spunto decisamente interessante per il genere, tuttavia la modalità e lo stesso proseguimento delle vicende narrate sono lasciate un po' al caso, causando un calo d’interesse notevole da parte del giocatore. La scelta di inserire una trama che fa da collante ai vari “esegui questo trick”, pur essendo apprezzabile, non rappresenta di certo una netta novità, difatti ci rimanda a quanto visto già in Saints Row 2, suscitandoci una chiara sensazione di déjà-vu.
L ; u c ?
L ; u c ?
Utente professionale
Utente professionale

Cancro Numero di messaggi : 771
Data d'iscrizione : 20.05.09
Età : 27

Torna in alto Andare in basso

Torna in alto


 
Permessi di questa sezione del forum:
Non puoi rispondere agli argomenti in questo forum